Finale di Stagione

8 gennaio 2011

Ciao a tutti, lo so, è da un bel po che non scrivo più su questo blog, ma, tra scuola, casa nuova e alcuni (rari) momenti di fancazzismo, non ho avuto tempo di scrivere le mie avventure.Beh, nel 2010 non è che ce ne siano state tante, ma una che sicuramente vi devo raccontare è quella di Rignano sull’Arno, ultima prova del master tenutosi a casa di “Mamma” Beta. Siamo arrivati il pomeriggio con in furgone a Firenze, abbiamo cercato posto per dormire e, subito dopo, siamo andati a casa della mia “bambina” per allenarci un po. Tutto il pomeriggio mi sono sfogato un po, allenandomi in compagnia di altri trialisti, fino a che la pioggia ci ha rimandato in Albergo. Alla sera, Cena con Grazioli, Ceschetti e relativa famiglia e via, a dormire, aspettando con ansia la mattina dopo. Le previsioni, purtroppo,  davano brutte notizie… era prevista acqua tutto il giorno! Al nostro risveglio, invece, stupiti, ci accorgiamo che Il cielo è appena appena velato, e più avanti, salta fuori una giornata soleggiata e calda, per quanto fosse ormai ottobre. Arriviamo in Fabbrica, mi cambio, mi iscrivo e , allenandomi un po, aspetto la partenza. Le zone sono adiacenti allo stabilimento, tutte lì vicine (a causa dei casini che l’organizzazione ha avuto in quanto a permessi) e facili, visto che sono state tracciate in configurazione pioggia. Appena prima di partire, mi accorgo, per fortuna, che la gomma davanti è k.o. e, un a volta sceso dalla pedana di partenza, provvedo subito per la sostituzione, andando dritto filato al camion-assistenza. A metà del primo giro…. tac! un’altro chiodo…. è proprio una giornata di m…. penso io!. dopo aver fatto l’ennesima sostituzione della camera d’aria, trovandomi indietro come tempo… cerco di recuperare, e inizio a fare tre zeri di fila, seguiti da un 5 che mi costerà la vittoria, segnato all’ultima zona dell’primo giro. Stranamente, invece di abbattermi come faccio di solito, ho tirato fuori le palle e mi sono messo giù a testa bassa, cominciando a recuperare… risultato?!? Primo giro a 6, altri due giri a 0! Sono felice come non mai, e, con ansia, attendo le classifiche: 3° a 3 punti dalla vittoria. Per quanto riguarda Il campionato, invece, perdo il podio per una manciata di punti (2 pt) ma sono soddisfatto come, nonostante le difficoltà, sia andato l’anno. Finita la gara, inoltre, mi metto in fila per provare le moto da enduro e, non avendo voluto esagerare, mi sono accontentato di salire su una 125 4t…. che poi aimè scopro che si, sarà agile… ma non va un cavolo! Nonostante ciò, Rimane pur sempre un’ottima valvola di sfogo per la tensione accumulata durante una gara in cui gli errori costavano mooolto caro, e allora mi sono subito divertito a battagliare con altra gente… che però aveva in mano un 450!Appena sono sceso sembrava che mi ero appena fatto una pinta di adrenalina… ero ubriaco e saltavo dalla felicità… è stato senza dubbio emozionante! (la prossima volta però il 450 sarà mio… eheheh!) Una bellissima Giornata che rimarrà sempre stampata nella mia memoria.

 

Per quanto riguarda il presente posso dirvi che ho da poco preso la decisione di affrontare le “Verdi” l’anno prossimo (sono le più difficili per gli juniores… sarebbero gli ex blu per quanto riguarda i grandi), perchè voglio imparare più possibile, anche a costo di rischiare, per cercare di alzare il mio livello. Adesso sono un po a corto di allenamento, ma da domani (andiamo a Quarona, con il team, per una giornata di allenamento) si ricomincia a girare!

p.s. -16 alla partenza per l’elefante… con una sorpresa preparata da me ! 😛